Il suolo contiene un quarto della biodiversità presente su tutto il globo terrestre

La tutela della biodiversità è un dovere di tutti noi. Molte funzioni legate alla vita sul pianeta dipendono da questa.

La biodiversità permette di avere terreni fertili che sono in grado di conservare e degradare in modo naturale i nutrienti del terreno. E’ inoltre responsabile del mantenimento e dell’alimentazione della diversità botanica.

Un suolo vivo è alla base di una produzione di cibo sano e sostenibile.

Al contrario, un suolo povero di biodiversità corre velocemente verso la desertificazione, situazione in cui, purtroppo, già si trova parte della nostra penisola.

La biodiversità nel suolo permette di sequestrare una gran quantità di CO2 e di altri gas serra anche più nocivi.

A tal proposito, va sottolineata l’importanza che assume l’argomento a livello mondiale, considerando l’obiettivo condiviso da moltissimi Paesi nel mondo di arrivare ad emissioni 0 nel 2100.

Poiché i suoli ospitano un quarto di tutta la biodiversità presente nel pianeta, possiamo comprendere quanto sia importante il ruolo delle pratiche agricole che dovrebbero essere affrontate nel modo migliore al fine di tutelare la biodiversità.

La semina diretta è la tecnica che esprime il massimo rispetto per la vita del suolo.

Studi scientifici hanno dimostrato come un terreno impoverito dalle continue arature effettuate nel corso degli anni riacquisti fertilità e sostanza organica grazie alla semina diretta.

I più evidenti segnali delle vita presente nel terreno vengono rilevati dalla presenza dei lombrichi, a cui è affidata la “naturale aratura” dei suoli.

Condividi su ...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Post a Comment

Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On LinkedinVisit Us On Instagram